Menů principale
 Notizie
 Grafica
 Forum
 Links
 Retro Trailer
 Recensioni
 Modelli Amiga
 Storia Amiga
 Retro-Gamers
 Lista Utenti
 Contatti
 Policy sito
Ricerca Google

Login

Nick


Password


19 Febbraio 2021 Postato da: amiwell79
"Cloanto e Hyperion"
In autunno, Hyperion aveva ritirato la propria opposizione alla registrazione da parte di Cloanto del marchio statunitense "Amiga". Secondo l'ultima documentazione dell'US Patent and Trademark Office (USPTO), il marchio è ora finalmente registrato.

La "Cloanto Corporation" è indicata come proprietaria nella suddetta comunicazione

->Continua<-

Commenti: 232  Aggiungi - Pagine: 1...-8-9-10-11-12


Pagine: -1-2-3-4-5-6- [7] -8-9-10-11-12-

Il Webmaster

Post inviati: 4418

Visulizza profilo Messaggio Personale
109.118.86.*** Mozilla/5.0 (Android 8.0.0; Mobile; rv:86.0) Gecko/86.0 Firefox/86.0
Commento 121
Mak73 1 Marzo 2021    08:51:17
Hai perfettamente ragione.

Pace e bene a tutti.

Post inviati: 308

Visulizza profilo Messaggio Personale
151.73.226.*** Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_14_6) AppleWebKit/605.1.15 (KHTML, like Gecko) Version/12.1.2 Safari/605.1.15
Commento 122
reflex 3 Marzo 2021    09:36:01
In risposta a xteam
xteam

In risposta a Mak73
Ovviamente tutto ha un senso se si passasse a un Linux-based.
Permettimi che i "puristi" hanno contribuito fortemente a portare la situazione a questi livelli, il purista continuerà ad usare Amiga Original (passatemi il termine), altrimenti bisognerebbe sviluppare un OS completamente nuovo su macchine proprietarie (impensabile) e cmq ci sarebbero puristi che storcerebbero il naso.
Ormai, volenti o meno, il mercato è ridotto al minimo, si può continuare così, nulla lo vieta, come retro. Altrimenti bisogna cambiare rotta in modo deciso, lo ha fatto Apple con gli x86 a suo tempo, facendo storcere il naso ai puristi della mela, ma il tempo ha stabilito chi aveva ragione.


io credo che potrebbe funzionare se partendo dal retrograme presentato in modo strutturato e come semplice macchina per fare soldi da reinvestire, Cloanto presenti poi una un sistema operativo evoluzione di AmigaOS (ovviamente andrà riscritto ma vorrei si mantenesse l'impianto generale) e un hardware basato su processore ARM.

Con fredda lucidità si deve partire da quello che si ha e Amiga al momento è solo retrocomputing, per fortuna siamo nel pieno dell'onda lunga della nostalgia informatica, c'è margine per fare soldi, l'importante è che poi vengano reimpiegati per riproporre la piattaforma in chiave attuale.

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 1281

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.44.128.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.186 Safari/537.36
Commento 123
VagaPPC 3 Marzo 2021    20:20:30
In risposta a xteam
xteam

In risposta a Mak73

Ovviamente tutto ha un senso se si passasse a un Linux-based.
Permettimi che i "puristi" hanno contribuito fortemente a portare la situazione a questi livelli, il purista continuerà ad usare Amiga Original (passatemi il termine), altrimenti bisognerebbe sviluppare un OS completamente nuovo su macchine proprietarie (impensabile) e cmq ci sarebbero puristi che storcerebbero il naso.
Ormai, volenti o meno, il mercato è ridotto al minimo, si può continuare così, nulla lo vieta, come retro. Altrimenti bisogna cambiare rotta in modo deciso, lo ha fatto Apple con gli x86 a suo tempo, facendo storcere il naso ai puristi della mela, ma il tempo ha stabilito chi aveva ragione.




Il passaggio a x86 per Apple è stato forzato, in quanto IBM decise di non investire più sulle PPC per portatili e puntare alla serie Power, Sony produce la sua variante per la play che forse è la CPU consumer e non solo più potente che esiste ad un prezzo ridicolo. Pensate che la play3 ha una potenza teorica superiore al più potente dei PC moderni e costava 400€. La play5 ha una potenza teorica di 10TERAFLOPS, credo il doppio di una nvidia Tesla di ultima generazione che costa sulle 10.000€ ed è solo una GPU.
Ma Apple senza portatili non avrebbe fatto strada e non aveva stabilimenti per poterli produrre, farli fare su misura sarebbe costato troppo o meglio avrebbero guadagnato meno, visto che con il prezzo che hanno potevano anche farlo.
Quindi sparò la bufala che intel era meglio, con dei falsi benckmarks contestati da tutta l'utenza evoluta che dimostrava che quei test non erano riproducibili.
Adesso con l'M1 pare che ci hanno ripensato o forse hanno trovato il modo di spendere meno.

Riguardo a un core Linux, non so se è applicabile, visto che non si può vendere un software close assieme ad un GNU, tecnicamente lo stesso amithlon è illegale. Molti di quei centinaia di marchi che compaiono tra i gold partner (quote da 100000$) di linuxfoundation.org sono società che sono state beccate usare kernel o librerie GPL. Come BMW, Tesla e sicuramente molti altri i quali è palese che non finanzierebbero mai un prodotto open.

Perciò per fare una cosa del genere bisognerebbe rilasciare a sua volta il programma come GNU oppure con una licenza compatibile, che finirebbe a essere comunque gratuito.
Quindi per farlo dovrebbero pensare a una forma di reddito alternativa alla vendita diretta.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Post inviati: 307

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.90.165.*** Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_13_6) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.192 Safari/537.36
Commento 124
dgcreations 3 Marzo 2021    21:21:28
Anche io penso... "benche non sia mai stato interessato al retrocomputer o retrogame" sia bene puntare iniziamente sul classic in qualsiasi forma, Clonto come già fà con Amiga forever ha buone possibilità di fare cassa, l'uscita di prodotti come un TheAmiga nei supermercati servirebbe anche a rispolverare il nome Amiga, di paripasso annunciare lo sviluppo di un nuovo AmigaOS da farlo girare su x64 o Arm, personalmente sarei piu propenso verso Arm, in questo caso farlo girare inizialmente su hardware esistente, dal raspberry ad altro hardware più performante, per come si sta muovendo il mercato non penso tarderà ad uscire altro hardware su questa architettura, il top sarebbe riuscire a farlo girare legalmente anche sui Mac M1, come è stato fatto per MorphOS su Mac PPC, anche se da quello che ho capito Apple non permette l'installazione di altri OS sui nuovi computer Arm se non tramite virtualizzazione.
Quando i tempi saranno maturi uscire con una propria macchina.

La soluzione x64 sarebbe più semplice ma l'inconveniente è la giungla di hardware esistente, per ovviare a questo problema potrebbero uscire macchine ufficiali assemblate da Cloanto stessa con case progettato su misura e con hardware ben specifico piu o meno come fà Apple con i Mac intel.

Sicuramente bisogna stare attenti a quale architettura scegliere, non è detto che la soluzione x64 sia la migliore o la più logica, il mercato si sta rivoluzionando ed un secondo errore sulla scelta della CPU potrebbe essere fatale.

AmigaOS 3.1 su Amiga 1200/020 14Mhz - (Omega 1200) con "68882 50Mhz - 8 Mb ram" - HD 80Gb - CFCard 4Gb

OSX BigSur - MacMini M1 - 8Gb Ram - 256 Gb HD

Fedora Workstation - Talos II dual Power 9 (4 core) - 64 Gb Ram


Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 1281

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.44.128.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.186 Safari/537.36
Commento 125
VagaPPC 3 Marzo 2021    21:39:51
La penso esattamente come te.
Se pensiamo che Linux che ha un milione di sviluppatori, con i driver opensource di ati e nvidia nonstante il supporto anche economico di Ati (meno per nividia) non riescono a stare al passo con i driver proprietari.
Come possiamo pensare che il mondo amiga che unendo tutti gli ng e classic non arrivano nemmeno a un milione di utenti possa mantenere l'hardware, poi ci sono i chip set delle schede madri, i controller sata, le usb, senza manco il supporto dei produttori?

Se si puntasse a raspberry cambierebbe tutto, perché è open hardware e gli schemi sono liberi, risolvendo il problema del supporto.
Aggiungiamo che ne esce una ogni qualche anno e tende a essere compatibile.
Potrebbe attirare una bella base di utenza di utenti avanzati che sicuramente almeno una volta testerebbero il SO.
Se mai visto che Apple non consetirebbe mai, penserei a questo:
https://www.pine64.org/pinebook-pro/
Gira per il sito e vedrai che con lo stesso core si può assemblare anche il cellulare, il tablet, o creare un server con più CPU.
A prezzi da favola.

Quindi l'hardware lo abbiamo e pure AROS c'è già, ma pare che non stia tirando molto, probabilmente per l'assenza di software.
Basterebbe arricchire l'OS con la retro compatibilità come fanno le controparti AOS4 e Mos e AROS volerebbe.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Post inviati: 307

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.90.165.*** Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_13_6) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.192 Safari/537.36
Commento 126
dgcreations 3 Marzo 2021    21:46:43
Questo articolo lo reputo molto interessante per la discussione che stiamo affrontando qui.

https://www.dday.it/redazione/37725/ps5-o-xbox-arm -o-x86-filosofie-diverse-prestazioni-diverse-con-g li-sviluppatori-ago-della-bilancia

AmigaOS 3.1 su Amiga 1200/020 14Mhz - (Omega 1200) con "68882 50Mhz - 8 Mb ram" - HD 80Gb - CFCard 4Gb

OSX BigSur - MacMini M1 - 8Gb Ram - 256 Gb HD

Fedora Workstation - Talos II dual Power 9 (4 core) - 64 Gb Ram


Post inviati: 307

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.90.165.*** Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_13_6) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.192 Safari/537.36
Commento 127
dgcreations 3 Marzo 2021    21:54:59
In risposta a VagaPPC
VagaPPC

La penso esattamente come te.
Se pensiamo che Linux che ha un milione di sviluppatori, con i driver opensource di ati e nvidia nonstante il supporto anche economico di Ati (meno per nividia) non riescono a stare al passo con i driver proprietari.
Come possiamo pensare che il mondo amiga che unendo tutti gli ng e classic non arrivano nemmeno a un milione di utenti possa mantenere l'hardware, poi ci sono i chip set delle schede madri, i controller sata, le usb, senza manco il supporto dei produttori?

Se si puntasse a raspberry cambierebbe tutto, perché è open hardware e gli schemi sono liberi, risolvendo il problema del supporto.
Aggiungiamo che ne esce una ogni qualche anno e tende a essere compatibile.
Potrebbe attirare una bella base di utenza di utenti avanzati che sicuramente almeno una volta testerebbero il SO.
Se mai visto che Apple non consetirebbe mai, penserei a questo:
https://www.pine64.org/pinebook-pro/
Gira per il sito e vedrai che con lo stesso core si può assemblare anche il cellulare, il tablet, o creare un server con più CPU.
A prezzi da favola.

Quindi l'hardware lo abbiamo e pure AROS c'è già, ma pare che non stia tirando molto, probabilmente per l'assenza di software.
Basterebbe arricchire l'OS con la retro compatibilità come fanno le controparti AOS4 e Mos e AROS volerebbe.




Molto interessante per veri smanettoni! AmigaOS su questo hardware c'è lo vedo bene

AmigaOS 3.1 su Amiga 1200/020 14Mhz - (Omega 1200) con "68882 50Mhz - 8 Mb ram" - HD 80Gb - CFCard 4Gb

OSX BigSur - MacMini M1 - 8Gb Ram - 256 Gb HD

Fedora Workstation - Talos II dual Power 9 (4 core) - 64 Gb Ram


Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 1281

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.44.128.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.186 Safari/537.36
Commento 128
VagaPPC 3 Marzo 2021    22:05:56
Bell'articolo e molto veritiero, soltanto se rimaniamo in ambito close sorced.
In ambito open spesso bastano 2 o tre comandi sempre uguali per permettere la ricompilazione del codice e quindi lo sfruttamento di molte pecularietà della cpu. Lo stesso kernel linux si adatta alla scheda madre per poterla sfruttare meglio, se un giorno uscirà il kernel hurd sarà ancora più auto ottimizzato.

I vantaggi di una macchina custom li mostrava lo stesso amiga classic negli anni di gloria.

E rasby essendo un hardware statico permetterebbe una piccola rinascita da questo punto di vista. Specie per i molti programmatori assembler, i quali dichiarano che è più bello programmare su ARM che su x86.

Il mio sogno anche se so che è un po utopico è che riprendano i rapporti con H&P, con il loro warpos che girava su 68k, ppc e x86 era a un passo a realizzare un nuovo OS crossplatform, che sarebbe potuto migrare senza troppi sforzi su arm. E con l'archittettura Amithlon poteva mantenere la retrocompatibilità.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Il Webmaster

Post inviati: 4418

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.41.215.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64; rv:86.0) Gecko/20100101 Firefox/86.0
Commento 129
Mak73 3 Marzo 2021    22:46:49
Se punti sul Raspi a parer mio fai la fine del PPC, cioè io mi devo comprare un hardware appositamente solo per vederlo/provarlo? Ma in quanti lo farebbero? Vero il prezzo è irrisorio, però c'è, comprare il raspi è come dire di comprare il notebook hp modello xxx-xxx, che sono tutti uguali e lo saranno fino a quando li produrranno.

Vi ricordo che anche il PPC era visto come il futuro, adesso parlano degli ARM, ma di strada ne devono fare tanta, ma proprio tanta prima di raggiungere certe prestazioni.

Dal mio punto di vista è come darsi la zappa sui piedi...

Pace e bene a tutti.

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 1281

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.44.128.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.186 Safari/537.36
Commento 130
VagaPPC 4 Marzo 2021    09:04:21
Intel sta perdendo il predominio assoluto, tra nuove CPU cinesi che hanno consumi minori e costi minori, nelle prestazioni sta emergendo che AMD non era poi così indietro, a parer mio neanche prima, ma era quello che credevano tutti.
Il punto della omogeneità della rasby è la carta vincente per i driver.
Se osserviamo la raspberry P1 e la P4 vediamo che comunque la potenza di calcolo cresce adeguandosi alle necessità moderne.
Poi come seconda carta punterei ai driver virtio di kvm poiché come progetto qemu punta a non perdere la retrocompatibilità, infatti è possibile specificare la versione dei chipset, cosa che gli altri virtualizzatori non fanno.

Mentre 10 anni fa il mondo open inseguiva il close, oggi la situazione si è ribaltata.
Oramai nel mondo server è palese che il close sta arrancando a star dietro all'open, per licenza non possono riciclare le classi per adeguarsi ai nuovi standard, come docker, elastich search, ecc. E prodotti come LibreOffice a differenza di OpenOffice sono già più avanti di MSOffice e la lista di prodotti simili aumenta tutti i giorni. È solo questione di tempo e cultura che anche l'utenza domestica si renda conto del gap tecnologico tra i due mondi.
In informatica dalla nascita del linguaggio C dimostro che l'astrazione è la carta vincente.
Quindi barricarsi in una qualsiasi soluzione custom significa condanna a morte.
E rasberry e KVM sono le soluzioni hardware più open e astratte tra quelle diffuse.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Post inviati: 308

Visulizza profilo Messaggio Personale
151.73.226.*** Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_14_6) AppleWebKit/605.1.15 (KHTML, like Gecko) Version/12.1.2 Safari/605.1.15
Commento 131
reflex 4 Marzo 2021    09:09:54
ci vuole un gingillo simpatico, magari portatile, che faccia entrare il retrogame nella testa di tutti, un po' come successe con i primi iPod, con un sistema base magari sia portatile che fisso che consenta anche applicativi di base come navigare su internet e fare pagamenti.

Se ingrana e consente di fare soldi gli utili dovrebbero essere reimpiegati per realizzare qualcosa di più evoluto e mainstream.

Ritengo che Arm sia la strada giusta, di facile implementazione (ne stiamo vedendo anche su schede montate su amiga classici) e consentirebbe di riallinearci alle tendenze di mercato.

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 1281

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.44.128.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.186 Safari/537.36
Commento 132
VagaPPC 4 Marzo 2021    10:44:22
In risposta a reflex
reflex

ci vuole un gingillo simpatico, magari portatile, che faccia entrare il retrogame nella testa di tutti, un po' come successe con i primi iPod, con un sistema base magari sia portatile che fisso che consenta anche applicativi di base come navigare su internet e fare pagamenti.

Se ingrana e consente di fare soldi gli utili dovrebbero essere reimpiegati per realizzare qualcosa di più evoluto e mainstream.

Ritengo che Arm sia la strada giusta, di facile implementazione (ne stiamo vedendo anche su schede montate su amiga classici) e consentirebbe di riallinearci alle tendenze di mercato.



Se dovesse dipendere da me non inventerei nuovamente la ruota e il carro.
Prenderei quello che è già condiviso legalmente.
Quindi:
- farei stampare i case, piccoli, grandi, con la tastiera integrata, ecc.
- i progetti rasberry sono open, quindi gli piazzo dentro una scheda su misura se non la stessa
- lascio tutti i progetti online per chi vuole farseli da solo (come i progetti prusa, rapiro, ecc)
- gli piazzo il mio OS, quanto più libero possibile, meglio se un NG con retro compatibilità.
- Aggiungiamo Linux/Android che già esiste e fa tutto, tanto per dire all'utente medio con questo il PC non ti serve più.
- e vendo il kit completo a costo di delivery che è il costo di magazzino, spedizione, ecc. (quindi basso, direi sotto le 200€)
Il modello di bussiness è già stato applicato e risulta reditizio, qui a due passi sotto casa mia c'è la Futura Elettronica che vende stampanti 3d a 400€ e le supporta ( https://www.futurashop.it ), tanto per farvi un esempio.

A questo punto abbiamo prestazioni superiori alla media attuale, prezzi bassi come negli anni 80, la base del retrogaming, e voglio vedere chi in questo forum non comprerebbe la new amiga, tanto per sfizio o per liberarsi del grosso pc.
E perché no, magari lo mettiamo in qualche vetrina per le pubblicità nei negozzi, così si comincia a penetrare il mercato professionale.

Massimo lavoro con il minimo sforzo.

Se mai un giorno i numeri dovessero crescere seriamente, allora il new amiga con cpu e chipset su misura diventerebbe un evoluzione naturale.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

AfAOne

Post inviati: 5230

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.11.86.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; rv:86.0) Gecko/20100101 Firefox/86.0
Commento 133
AfAOne 4 Marzo 2021    10:50:20
@VagaPPC

Ho risposto nel tuo thread "Icaros Desktop finestre non ridimensionabili"

Purtroppo quando un post viene spostato nella Sezione Richieste di Aiuto il thread resta "bloccato" con il nome del moderatore e non vi sono più segnalazioni per i nuovi interventi degli utenti.

Commento modificato il 04/03/2021 alle ore 10:56:50


Immagine AfA One - AROS One x86
- AROS One 68K - AfA One PPC - Amilator AfA One - Amithlon AfA One - WinUAE OS 4.1 Immagine

Immagine


Il Webmaster

Post inviati: 4418

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.41.215.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64; rv:86.0) Gecko/20100101 Firefox/86.0
Commento 134
Mak73 4 Marzo 2021    17:51:31
In risposta a VagaPPC


Si però cerchiamo di rimanere con i piedi più per terra, su raspi con una versione leggera di linux LibreOffice fatica a girare. Poi se vuoi attirare programmatori non devi costringerli a prendersi un nuovo hardware su cui ci gira qualcosetta e basta. Che l'idea piaccia è un discorso, ma ci siamo già fregati così una volta per voler fare i fighi diversi. Parliamoci chiaro, quanti qui hanno il Raspi e non il PC? Tu hai diversi PC addirittura, vero che il Raspi costa poco però a me di un sistema Amiga che mi richiede l'ennesimo Hardware e non fa niente di che, cosa me ne faccio?

A me interessa MOS, ma non sono mai andato a prendermi un vecchio MacPPC per farlo funzionare. Se sapessi le caratteristiche del PC che vogliono supportare nella versione x64, cambiando PC potrei valutare di prendermene uno adatto, ma se non sarà così Amen, non so te ma io lavoro per avere i soldi eh, non li faccio con le forbici e questo non vale solo per me, ma per tutti.

Tu parli di virtualizzazione quando l'utente medio non sa nemmeno cos'è la virtualizzazione, l'utente medio per svuotare una penna usb, non la formatta, cancella tutti i file, non sa cosa vuol dire formattare. Certe cose sono da smanettoni, se vuoi attirare un minimo di gente/programmatori non dev'essere una cosa da smanettoni, l'esempio più lampante è proprio Linux, un sistema che andrebbe benissimo ma che siccome si è guadagnato la fama di essere una cosa per esperti non lo vuole nessuno, anche se ora non è più così.

A parer mio l'ideale sarebbe, almeno per iniziare, una distro Linux opportunamente preparata per PC che poi ti permetta di far funzionare moltissimi vecchi giochi, non solo Amiga, ma un qualcosa che lo puoi tranquillamente installare su un PC di casa. Sfrutti la cosa per attirare gente e riportare un po' alla ribalta il nome Amiga, poi con qualche soldo in più cerchi di creare un nuovo OS su kernel Linux che richiami Amiga OS ma che offra facilità di porting di tutti gli applicativi Linux ecc... questo per avere un futuro.


Pace e bene a tutti.

Post inviati: 307

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.90.165.*** Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_13_6) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.192 Safari/537.36
Commento 135
dgcreations 5 Marzo 2021    20:56:24
Penso che la maggior parte degli utenti che frequentano questo forum siano tutti un po smanettoni, invece l'utente medio che utilizzava il PC per navigare su internet o scrive una lettera su word o che utilizzava i social oramai ha abbandonato del tutto o quasi il PC! Gli smartphone o tablet hanno sostituito i notebook che a loro volta sostituirono i computer desktop, chi usa il pc oggi lo usa per lavoro per studio o perchè è un po smanettone. Io invece penso che AmigaOS su raspberry ha molto senso, personalmente ne ho due di raspberry e se ci fosse AmigaOS per raspberry lo acquisterei subito, raspberry ha un mercato non certo trascurabile, se vendessero una copia di AmigaOS per 1/5 dei raspberry in circolazione Cloanto sarebbe ricca. Non possiamo certo pensare al mercato dei PC quando parliamo di Amiga, allora guardiamo a questo piccolo mercato dove AmigaOS secondo me è molto più penetrabile che nel mercato PC. Oltre alla difficolta di sfruttare l'enorme parco hardware dei pc ci sarebbe la difficoltà di convincere un utente Windows ad usare AmigaOS, dettaglio non proprio trascurabile. Bisogna partire a piccoli passi, poi AmigaOS se conservasse la leggerezza del sistema attuale renderebbe il raspberry un computer desktop utilizzabilissimo, gia le applicazioni Amiga 68k sotto emulazione sullo stesso raspberry sembrano molto piu veloci delle app che girano sullo stesso raspberry pi OS.
Inoltre ci sarebbe l'enorme vantaggio di un hardware standard che faciliterebbe di molto il porting del sistema operativo.
Tutto vorremmo un super Amiga ma bisogna restare con i piedi per terra, AmigaOS su raspberry o scehde simili sarebbe un computer veramente economico, poi in futuro si potrà pensare in grande.
Naturalmente AmigaOS dovrebbe sfruttare i pin GPIO del raspberry e non delegarlo soltanto a semplice computer desktop.

Commento modificato il 05/03/2021 alle ore 21:10:44


AmigaOS 3.1 su Amiga 1200/020 14Mhz - (Omega 1200) con "68882 50Mhz - 8 Mb ram" - HD 80Gb - CFCard 4Gb

OSX BigSur - MacMini M1 - 8Gb Ram - 256 Gb HD

Fedora Workstation - Talos II dual Power 9 (4 core) - 64 Gb Ram


AfAOne

Post inviati: 5230

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.11.86.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; rv:86.0) Gecko/20100101 Firefox/86.0
Commento 136
AfAOne 5 Marzo 2021    21:52:42
Ma cosa vorresti installare su Raspberry, quale versione di AmigaOS? a parte il grande lavoro per il Porting, OS4 sarebbe molto lento e OS3 non adatto per scopi moderni.

Gli utenti di oggi con il Telefonino o Win10 hanno tutto quello che un utente moderno può desiderare, con OS3 e le sue limitazioni verso il moderno non farebbe molta strada.

Detto questo se una innovazione ci deve essere deve essere competitiva altrimenti che resti nel retrocompiuting.

Immagine AfA One - AROS One x86
- AROS One 68K - AfA One PPC - Amilator AfA One - Amithlon AfA One - WinUAE OS 4.1 Immagine

Immagine


Post inviati: 307

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.90.165.*** Mozilla/5.0 (iPad; CPU OS 5_1_1 like Mac OS X) AppleWebKit/534.46 (KHTML, like Gecko) Version/5.1 Mobile/9B206 Safari/7534.48.3
Commento 137
dgcreations 5 Marzo 2021    22:29:37
Ma infatti mi riferisco ad un Amiga OS NG non certo il 68k, sicuramente un OS superiore al 4.1FE o lo stesso MorphOS e che sia piu leggero di linux altrimenti il raspberry sarebbe insufficente anche per AmigaOS, cmq secondo me Arm darebbe la possibilita di Utilizzare un fantomatico Amiga NG anche su dispositivi mobile, quindi un'altro punto a favore di Arm.

Poi per me andrebbe bene anche un Aros su x64 basta che si danno una mossa ma se parliamo di strategia commerciale questa e la mia idea.

Tutto questo sempre se Cloanto avesse le forze di sviluppare un AmigaOS per architettura diversa dal 68k o PPC il che lo vedo molto improbabile senza un immediata soluzione per fare cassa e qui entra in gioco il theAmiga o altra soluzione classic e l'interesse che c'e intorno al retrogame.

Poi raspberry non si limita ad un uso desktop quale puo essere win10, raspberry lo utilizzo per monitorare l'inverter del mio impianto fv fai da te e inviare i dati in mqtt ad homeassistant che gira su un'altro raspberry, con raspberry ci fai un sacco di cose, e' un sistema per smanettoni e quando penso ad AmigaOS su raspberry penso anche a questo non solo per usarlo come classico computer.

Commento modificato il 05/03/2021 alle ore 22:47:01


AmigaOS 3.1 su Amiga 1200/020 14Mhz - (Omega 1200) con "68882 50Mhz - 8 Mb ram" - HD 80Gb - CFCard 4Gb

OSX BigSur - MacMini M1 - 8Gb Ram - 256 Gb HD

Fedora Workstation - Talos II dual Power 9 (4 core) - 64 Gb Ram


amiwell79

Post inviati: 9609

Visulizza profilo Messaggio Personale
37.160.145.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 138
amiwell79 7 Marzo 2021    15:49:37
c'è una versione per raspi di aros attualmente ci sono sempre pubblicazioni notturne quindi ci stanno lavorando ma solo in pochi(si contano nel palmo di una mano)

https://aros.sourceforge.io/nightly1.php

TinyAros "Workbench rev 400.68" su MSI X-600 Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, 256 Gb SSD, Nvidia 8400m GS 15" Vesa, WifI Atheros AR5006EG



http://tinyaros.flazio.com/home

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 1281

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.44.128.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/88.0.4324.186 Safari/537.36
Commento 139
VagaPPC 7 Marzo 2021    17:12:45
In risposta a Mak73
Mak73

In risposta a VagaPPC


Si però cerchiamo di rimanere con i piedi più per terra, su raspi con una versione leggera di linux LibreOffice fatica a girare. Poi se vuoi attirare programmatori non devi costringerli a prendersi un nuovo hardware su cui ci gira qualcosetta e basta. Che l'idea piaccia è un discorso, ma ci siamo già fregati così una volta per voler fare i fighi diversi. Parliamoci chiaro, quanti qui hanno il Raspi e non il PC? Tu hai diversi PC addirittura, vero che il Raspi costa poco però a me di un sistema Amiga che mi richiede l'ennesimo Hardware e non fa niente di che, cosa me ne faccio?


Sarà dura che Raspberry farà una brutta fine, è più facile che lo faccia Apple, perché essendo OpenHardware chiunque la può fabbricare e migliorare.
Già nel mondo hardware il software close sta arrancando perché non riesce a inseguire l'open, nel mondo desktop manca veramente poco.
La stessa cosa si ripeterà con l'hardware.

Qua c'è un tipo che ha messo a paragone una Pi4 con un PowerMac G5 a 1.4Ghz.
Quindi molto a di sopra del parco medio attuale, senza dimenticare che prima o poi uscirà la Pi5 la quale sarà ancora più veloce, o se proprio vogliono implementare nuovo hardware possono farlo senza dover pagare i diritti o la progettazione, visto che basta poco a migliorare il progetto originale.

https://forums.macrumors.com/threads/raspberry-pi- vs-power-mac-g5.2111057/

Mak73

A me interessa MOS, ma non sono mai andato a prendermi un vecchio MacPPC per farlo funzionare. Se sapessi le caratteristiche del PC che vogliono supportare nella versione x64, cambiando PC potrei valutare di prendermene uno adatto, ma se non sarà così Amen, non so te ma io lavoro per avere i soldi eh, non li faccio con le forbici e questo non vale solo per me, ma per tutti.

Tu parli di virtualizzazione quando l'utente medio non sa nemmeno cos'è la virtualizzazione, l'utente medio per svuotare una penna usb, non la formatta, cancella tutti i file, non sa cosa vuol dire formattare. Certe cose sono da smanettoni, se vuoi attirare un minimo di gente/programmatori non dev'essere una cosa da smanettoni, l'esempio più lampante è proprio Linux, un sistema che andrebbe benissimo ma che siccome si è guadagnato la fama di essere una cosa per esperti non lo vuole nessuno, anche se ora non è più così.


Non lo vuole nessuno mica tanto, carlo sottolinea che è limitato all'1,5% degli utenti, conti alla mano gli utenti informatici esperti sono molto meno del 1%.
La maggior parte degli utenti PC oggi sono gamer o persone che oltre al wordprocessor non fanno molto, infatti il trend è abbandonarlo per il cellulare.
Non è affatto una piccola percentuale, indica chiaramente un numero di utenti interessati ad avere un computer per andare oltre a social e giochi.

Rigurado alla virtualizzazione certe cose possono essere fatte in modo trasparente all'utente, come lo era Amithlon o come fa Amikit, la cui versione Linux e Mac, non fanno altro che far girare un emulatore (winuae) sotto un layer di emulazione (wine) con uno script per un gestore grafico, tutto senza che l'utente debba avere competenze tecniche.
Con il close è impensabile perché dovrebbero scrivere tutto da zero, ma con l'open non è così difficile.

Mak73

A parer mio l'ideale sarebbe, almeno per iniziare, una distro Linux opportunamente preparata per PC che poi ti permetta di far funzionare moltissimi vecchi giochi, non solo Amiga, ma un qualcosa che lo puoi tranquillamente installare su un PC di casa. Sfrutti la cosa per attirare gente e riportare un po' alla ribalta il nome Amiga, poi con qualche soldo in più cerchi di creare un nuovo OS su kernel Linux che richiami Amiga OS ma che offra facilità di porting di tutti gli applicativi Linux ecc... questo per avere un futuro.


Ci provò la commodore, la quale propose un pc ad un prezzo più alto e una linux mint con un tema grafico Amiga.
WorkbechOS esiste già ma non prende piede.

Secondo me servirebbe un Aros più retro compatibile come MOS e AOS4, così com'è fa poco.
O una KVM per MOS.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

amiwell79

Post inviati: 9609

Visulizza profilo Messaggio Personale
37.162.35.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 140
amiwell79 7 Marzo 2021    17:34:37
ma su aros esiste janus-uae per la retro compatiblità ed è una sciocchezza unica configurarlo ed io non sono uno smanettone, AOS4 e MorphOS hanno petunia e trance per il software ed e-uae per la retro compatibilità aga ed ocs/ecs cmq solo un programmatore lavora su aros/arm ha anche aperto un patreon e chhiunque puo' donare qualcosa sul sito stesso

Commento modificato il 07/03/2021 alle ore 17:43:16


TinyAros "Workbench rev 400.68" su MSI X-600 Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, 256 Gb SSD, Nvidia 8400m GS 15" Vesa, WifI Atheros AR5006EG



http://tinyaros.flazio.com/home

Pagine: -1-2-3-4-5-6- [7] -8-9-10-11-12-

Utenti Online
Utenti registrati: 996 dal 1 Gennaio 2006
di cui online: 3 registrati - AfAOne - amiwell79 - LucioM -
16 non registrati

Benvenuto all'ultimo utente registrato: Luckye81

Buon Compleanno a jeffry - 

© Amigapage 1998 - 2007 - Sito italiano dedicato alla piattaforma Amiga ed evoluzioni varie.
Struttura del sito interamente ideata e realizzata da Marco Lovera e Alessandra Lovera - Tutto il materiale inserito all'interno del sito č dei rispettivi autori/creatori.
E' assolutamente vietata la riproduzione o la manipolazione di tutti i contenuti o parte di essi senza l'esplicito consenso degli amministratori e degli autori/creatori.

Eseguito in 0.072338819503784 secondi