Mený principale
 Notizie
 Grafica
 Forum
 Links
 Retro Trailer
 Recensioni
 Modelli Amiga
 Storia Amiga
 Retro-Gamers
 Lista Utenti
 Contatti
 Policy sito
Ricerca Google

Login

Nick


Password


10 Gennaio 2021 Postato da: schiumacal
[Risolto] Problema installazione Krita oppure Gimp su Linux Mint
Ragazzi ho un problema che spero riusciate a risolvermi.

Stò da poco tempo facendo esperienza con VirtualBox in ambiente Windows10.
Ho perfettamente installato e configurato, sotto VirtualBox 6.1, Linux Mint Cinnamon 64bit con cui al momento mi trovo benissimo.

Ho già installato qualche software aggiuntivo, ma non riesco ad installare Krita in primis, oppure Gimp...

Il problema è che quando parte l'installazione, ad un tratto si ferma perchè mi dice che ha bisogno della libgfortran5.0 con un errore, e subito dopo esce fuori dall'installazione.

Probabilmente sono io che ho pochissima esperienza con Linux, anzi quasi zero esperienza... stò provando ad utilizzarlo da un paio di giorni soltanto.

Qualcuno sa dirmi come procedere ?
Grazie

Modificato il 11/01/2021 alle ore 19:39:14

Commenti: 39  Aggiungi - Pagine: 1-2


Pagine: - [1] -2-

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 970

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.8.136.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.142 Safari/537.36
Commento 1
VagaPPC 10 Gennaio 2021    19:52:05
Mi sa che stai cercando d'installarlo scaricandolo dal sito?
Ti sta chiedendo una libreria che non è reperibile nei tuoi repository.

Non trattare Linux se fosse windows, perderesti tutti i vantaggi che offre.
Ti spiego meglio.
Di solito si usa la versione legata alla tua distribuzione.
Lascia perdere l'ultima versione di solito hanno dei bug che non si sposano con la propria distro, nei software si usa mantenere più versioni.
La Mint è una derivata ubuntu che deriva da debian.
I programmi vengono di repository debian che si dividono in stable, testing e unstable.
Di solito le derivate fanno un minestrone dei repository. Meglio non uscire dal seminario e rimanere nelle versioni della propria distribuzione si rischiano conflitti nel sistema.
Questo tipo di selezione dei software permettono di mantenere il sistema stabile e pulito, evitando quello che avviene in ambiente windows, ovvero ogni programma carica tutto ciò che gli serve creando un sistema di dimensioni abnormi con bug di sicurezza e stabilità ovunque, perché non c'è modo di aggiornare tutte le librerie realmente, ma solo quelle di sistema.
Inoltre usando i pacchetti della propria distro questi si aggiornano quando aggiorni il sistema, risolvendo bug se security fix.

Ci sono due metodi:
Da shell è il più veloce e sicuro digita:
sudo apt update
Aggiornerà la lista dei pacchetti, poi scrivi:
sudo apt install krita
E installerà Krita

Puoi anche farlo da grafica, a me piace molto synaptic, ma ci sono decine di tool che fanno la stessa cosa in decine di modi diversi.

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Invalido Civile

Post inviati: 9225

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.51.107.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 2
amiwell79 10 Gennaio 2021    19:58:50
si come ha detto vagappc usa il gestore pacchetti della tua distribuzione che ha tutto incluso, se non hai dimistichezza evita la shell, ma se vuoi padroneggiarla puoi incominciare a dare i comandi citati sopra per installare un programma, "sudo" ti da i permessi di amministratore "apt-get" è il comando per la gestione dei pacchetti con "install" installi appunto a questo punto il programma

Commento modificato il 10/01/2021 alle ore 19:59:57


Aros "Workbench rev 400.68 su x86"

Laptop MSI X-600, Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, SSD Samsung Evo 860 240 Gb, Nvidia 8400m GS Vesa 15", WiFi Atheros AR506EG


Invalido Civile

Post inviati: 9225

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.51.107.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 3
amiwell79 10 Gennaio 2021    20:37:01
so qualcosina di linux grazie alle riviste che in passato compravo ed è un caldo invito che ti do anche a te di farlo se vuoi esaminare da più vicino questo sistema

Aros "Workbench rev 400.68 su x86"

Laptop MSI X-600, Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, SSD Samsung Evo 860 240 Gb, Nvidia 8400m GS Vesa 15", WiFi Atheros AR506EG


Post inviati: 1524

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.61.97.*** Mozilla/5.0 (X11; Ubuntu; Linux x86_64; rv:84.0) Gecko/20100101 Firefox/84.0
Commento 4
andres 10 Gennaio 2021    21:03:33
Io ho installato Krita sul computer di mio padre (Mint 19.3 Cinnamon) tramite il gestore applicazioni - quindi la versione "consigliata" e testata per Mint.
Funziona benissimo, ma è decisamente vecchiotta - almeno un paio d'anni - rispetto all'attuale, che puoi installare seguendo le istruzioni che ti hanno dato.

Sul mio (Mint 20 Cinnamon) uso Photoshop tramite Wine, e funziona esattamente come su Windows.

Commento modificato il 10/01/2021 alle ore 21:05:15


A1200/020+68882 - 6 MB RAM - AmigaOS 3.0

Parliamo di home recording e audio - http://www.homerecording.it

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 970

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.8.136.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.142 Safari/537.36
Commento 5
VagaPPC 11 Gennaio 2021    09:07:58
Le distribuzioni linux si dividono in due macro rami.
Le più diffuse si ispirano a debian, che mantiene la versine dei pacchetti stabili, mentre le altre tendono a essere rolling relice, ovvero sono aggiornate all'ultimo o quasi pacchetto.
Poi debian le chiama stable e redhat e suse le chiamano enterprise e ubuntu LTS, ma fondamentalmente sono la stessa cosa.
Debian ha la reputazione di essere estremamente datata, ma non è proprio vero a volte ha pacchetti più aggiornati di ubuntu.

Entrambe le soluzioni hanno i pro e i contro. Uso debian da più di 15 anni e mi sono sempre trovato bene, ultimamente ho installato una rolling (arcolinux).

Le rolling hanno il difetto di essere un po come windows che dopo un aggiornamento spuntano dei problemi, diciamo che la frequenza di questi problemi dipende dalla serietà della distribuzione. Con Majaro ogni tre per due si comprometteva, Arco la sto usando da 6 mesi e mi sono capitate piccole cose.
Questo perché per alcuni programmi voglio l'ultima versione.
Le stable anche se devi aspettare per essere aggiornato hanno il pregio di non fare sorprese, infatti come server uso debian. Meglio una feacture in meno che perdere i dati.
Ci sono anche repository per tutti i linux come flatpak che scaricano in directory separate tutte le dipendenze, permettendo l'installazione di programmi che non fanno parte della tua distribuzione come l'ultima versione di Krita, ecc.
Ma è capitato proprio con quello citato di trovare dei troian nei pacchetti, così come è capitato nei repository di ubuntu (debian mai) e nei repo di arch (però sono i comunity non quelli ufficiali).

Per ora prendi pure confidenza, man mano che non senti più il bisogno di usare software closed come photoshop, succederà quando si cambia il modo di pensare, ovvero non un immenso programma che fa tutto male ma tanti piccoli programmi che fanno tutto bene (filosofia nata negli anni 70).

A differenza di molti che sconsigliano la shell faccio l'opposto, per quanto sia vero che con linux puoi far tutto da mouse molto più facilmente di quanto faresti con windows. È anche vero che con la shell puoi fare molto di più e molto più velocemente.
E inoltre ha il vantaggio di esistere sempre, se combini guai è l'unica via di uscita.
La GUI deve avere un pulsante che qualcuno ha pensato prima di te cosa vorresti fare.
La SHELL è un LINGUAGGIO e il limite è la tua fantasia.
Fa sempre bene conoscerla

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Post inviati: 1858

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.171.246.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.141 Safari/537.36
Commento 6
schiumacal 11 Gennaio 2021    11:39:29
Ok... OK...
Grazie ragazzi.

Diciamo che per il momento preferisco utilizzare software proprietario del mondo Linux, ecco perchè non m'interessa usare Photoshop su wine.

Mi spiego meglio...
Sviluppo software, e attualmente devo fare esperienza anche con altri OS oltre il Classico Windows che utilizzo da sempre. Il motivo è presto detto...
Devo realizzare dei software funzionanti su diversi OS.
Dopo aver provato VMware e VirtualBox, anche se quest'ultimo virtualizza molti meno OS, li virtualizza mooolto meglio. Ad esempio con VirtualBox riesco tranquillamente a lavorare su MacOS Catalina senza quasi nessun tipo di rallentamento di sistema.

Poi sempre con VirtualBox, dovendo scegliere un OS Linux diciamo... ottimo, e dopo essermi documentato per bene, anche qui sul forum grazie ai vostri interventi:
https://www.amigapage.it/index.php?op=v&pl=forum&id=F022018-11-2&page=1
La mia scelta è ricaduta su Linux Mint Cinnamon 64bit che trovo veramente ben fatto, diciamo pure che stò scoprendo diverse cosette di Linux che non sapevo e mi stò divertendo.

@ VagaPPC
Nessun problema ad usare la shell di sistema in ambiente Linux. Già la utilizzavo in maniera sporadica nei tempi dell'università, e poi figurati che sono nato con MS/DOS a scuola, quando ancora non esistevano gli HDD.

Proverò a seguire gli esempi indicatimi e se ho altre difficoltà, ovviamente farò altre domande.
Grazie a tutti ragazzi, di cuore... sono felice perchè siamo veramente un bel gruppo.

Un giorno o l'altro risolverò equazioni di grado superiore a cinque.



http://www.schiumacal.altervista.org/

Post inviati: 1858

Visulizza profilo Messaggio Personale
109.53.0.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.141 Safari/537.36
Commento 7
schiumacal 11 Gennaio 2021    12:55:20
In risposta a VagaPPC
VagaPPC


Da shell è il più veloce e sicuro digita:
sudo apt update
Aggiornerà la lista dei pacchetti, poi scrivi:
sudo apt install krita
E installerà Krita



Perfettissimo... ho finito ora di utilizzare il metodo che mi hai suggerito, ed ha funzionato egregiamente.
Quindi se voglio installare anche Gimp da terminale, ora posso scrivere tranquillamente:

sudo apt gimp

inoltre con il comando scritto in precedenza: sudo apt update
ho aggiornato la lista dei pacchetti, ma per capire meglio, se voglio avere la lista dei pacchetti aggiornati tra un anno, devo riscrivere il comando da terminale, oppure ora aggiorna tutto da solo ogni qualvolta che mi connetto ad internet ?

Se è si, perchè fa queste operazioni in automatico ?

Cioè vorrei capire meglio una cosa, considerato che io ho installato Linux mint, da adesso in poi si connette automaticamente ad un server di proprietà per aggiornarmi ogni volta l'OS in automatico ?

Quando io ho scritto: "sudo apt update" da terminale, come ha fatto il mio sistema a capire che doveva aggiornarmi la lista dei pacchetti software ? Ero già connesso ad un server proprietario di Linux Mint ?
E' questo quello che ancora non capisco bene...
grazie

Un giorno o l'altro risolverò equazioni di grado superiore a cinque.



http://www.schiumacal.altervista.org/

Invalido Civile

Post inviati: 9225

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.51.107.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 8
amiwell79 11 Gennaio 2021    13:03:21
si franco facendo "sudo apt-get update" aggiorni i repository di mint e si trovano in un server propietario alla distribuzione, per installare gimp devi digitare "sudo apt-get install gimp"

Aros "Workbench rev 400.68 su x86"

Laptop MSI X-600, Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, SSD Samsung Evo 860 240 Gb, Nvidia 8400m GS Vesa 15", WiFi Atheros AR506EG


Post inviati: 1858

Visulizza profilo Messaggio Personale
109.53.0.*** Mozilla/5.0 (X11; Ubuntu; Linux x86_64; rv:77.0) Gecko/20100101 Firefox/77.0
Commento 9
schiumacal 11 Gennaio 2021    13:11:29
In risposta a amiwell79
amiwell79

si franco facendo "sudo apt-get update" aggiorni i repository di mint e si trovano in un server propietario alla distribuzione, per installare gimp devi digitare "sudo apt-get install gimp"



Ora mi è abbastanza chiaro il discorso.
Grazie Salvatore

Un giorno o l'altro risolverò equazioni di grado superiore a cinque.



http://www.schiumacal.altervista.org/

Invalido Civile

Post inviati: 9225

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.51.107.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 10
amiwell79 11 Gennaio 2021    13:14:21
aggiungo franco che puoi all'occorrenza aggiungere repository dove reperire software ma mi sembra che linux mint ha già tutto all'occorrenza anche software propietario, i repository sono raggruppati in una stringa di testo su un file nella directory di radice "root/ect/apt/src.list", puoi aprire questo file con gedit da shell "sudo gedit" ed aggiungere cio' che si vuole all'occorrenza, dopo sempre da shell aggiornare la lista dei repository con "sudo apt-get update"

Commento modificato il 11/01/2021 alle ore 14:17:27


Aros "Workbench rev 400.68 su x86"

Laptop MSI X-600, Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, SSD Samsung Evo 860 240 Gb, Nvidia 8400m GS Vesa 15", WiFi Atheros AR506EG


Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 970

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.8.136.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.142 Safari/537.36
Commento 11
VagaPPC 11 Gennaio 2021    16:42:32
Perdonami ho spiegato la cosa rapidamente.
Vi spiego come funziona apt.
Le disto Linux fondamentalmente sono tutte uguali (mica riscrivono i programmi).
Le più importanti differenze sono principalmente le versioni scelte dei programmi e dei demoni (qui si apre un mondo che è meglio non toccare per ora).
Un altra importante differenza è il sistema dei pacchetti deb (debian e derivate) RPM (RedHat e derivate), pak, ecc.
Debian fu la prima a includere il concetto di repository, ovvero quello di offrire tutti i pacchetti su internet, fu copiata RedHat con YUM, e dalle altre distribuzioni linux da apple con istore, poi da google con play, ci provò micosoft ma falli.

Come funziona apt.
Esso è un complesso sistema di pacchettizzazione scritto in python.
Il sistema di apt è configurabile nel file /etc/apt/source.list
dove c'è la lista dei repository, spiego debian perché le derivate pasticciano un po il concetto.
il formato che usa il file è il seguente
deb http://site.example.com/debian distribuzione componente1 componente2 componente3

dove deb indica il tipo di pacchetto (sempre uguale), indirizzo web, la distribuzione (stable, lenny, testing, ecc) e i componenti nel caso debian indicano i programmi non-free e contrib che non spiego per è banale capirlo.

Con il tempo è stato aggiunto anche /etc/apt/source.list.d
il .d sta per directory, questo serve ad aggiungere un repository in un singolo file, per rendere più semplice la gestione.

Il sistema con apt-update scarica il database dei pacchetti, questo è utile per comandi tipo apt search <nome> che serve a cercare nella lista dei pacchetti, oppure per valutare cosa ha bisogno di essere aggiornato.

Mint se non erro ti avvisa da Cinnamon se ha bisogno di aggiornamenti, quindi fa già di suo l'update.
Per deformazione professionale tendo a farlo manualmente almeno una volta quando devo aggiungere un pacchetto. Altrimenti devo assicurarmi che sia già stato fatto e per il tempo che ci mette non ne vale la pena.

Altra cosa da sapere è che la pacchettizzazione debian a differenza di quanto avveniva negli unix storici come solaris e redhat prevede un pacchetto per ogni singola libreria. Questa cosa è un portento, non capita più l'effetto "Installo A e non mi va più B, perché la libreria è già stata sovrascritta" tipo windows 98, vi ricordate quando si installava un gioco DX5 mentre altri erano già con le DX6?
Tra l'altro può capitare anche con Amiga.

Tutti i pacchetti scaricati il sistema li conserva in: /var/cache/apt/archives/
se fai un bel:
ls /var/cache/apt/archives/
Questo serve a disinstallarli e reinstallarli senza impattare nella rete o per passarli a un altro sistema.
Se il disco si riempie è bene liberare spazio ogni tanto con un bel
apt clean
Questo pulisce la directory di prima
mentre
apt autoremove
disinstalla le dipendenze rimaste orfane, ovvero che non usa più nessuno.

Con il comando:
apt oppure apt-get
avremo la lista delle opzioni.

Curiosità
Se non comprendi perché in fondo scrive:
questo apt ha i poteri della super mucca
dovresti dire ad apt di fare il verso della mucca in inglese
apt moo

Vedi anche apt-buid per l'installazione e compilazione tramite sorgente e aptitude, entrambi comprendono il verso della mucca

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Post inviati: 1858

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.171.240.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.141 Safari/537.36
Commento 12
schiumacal 11 Gennaio 2021    18:53:37
OK... cercherò di assorbire bene questo argomento.
In fondo è il secondo/terzo giorno che uso Linux e neanche in modo assiduo, causa tempo lavoro che purtroppo mi occupa parte della giornata.

Detto questo, ti ringrazio per le tue delucidazioni.
Ovviamente, per il momento, è solo una integrazione a quello che già so su altri OS.

Ripeto, sempre per il momento, non devo sostituire l'OS che uso giornalmente (Windows...), ma sicuramente ho intenzione di aumentare il mio bagaglio culturale informatico lavorando anche su Linux e in minima parte MacOS.

Un giorno o l'altro risolverò equazioni di grado superiore a cinque.



http://www.schiumacal.altervista.org/

Boss

Post inviati: 1822

Visulizza profilo Messaggio Personale
95.250.241.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; Win64; x64; rv:56.0) Gecko/20100101 Firefox/56.0 Waterfox/56.3
Commento 13
Boss 11 Gennaio 2021    19:03:45
io invece non ho mai capito una cosa e penso mi possiate illuminare. visto che comunque non si esce fuori tema installazione linux, faccio un piccolo OT:

perchè ad esempio su raspberry si usa: sudo apt-get install ...
su debian x64: SU apt install ...(con "sudo" da errore)
e su ubunu (se ricordo giusto, e non sbaglio il comando) sudo apt install ...

cioè dopo 2 minuti che usi la shell ti ambienti lo stesso, fai la prova e se ti da errore sai che se non è un comando è l'altro. peerò mi pare assurda questa diversità se fondalmentalmente è sempre lo stessa base di os.

A1200/030, APOLLO 1230LC 8MB KICK 3.1 HDD IDE 40GB df1 esterno RECAPPATA 100% || A1200 8MB FAST CF 4 GB RECAPPATA 100% || A500+ CON A501 switch df0 df1 nascosto e gotek esterno (RIPARATE DA ACIDO)

A1200 Raspberry Pi 3B+ con floppy Mod || A500 x64 i5 8GB RAM (Toshiba portege r830)(windows 7) || A2000 X64 Socket 775 XEON E5450 771 MOD 8GB RAM TRIPLE BOOT (WINUAE A4000 AFAOS / WIN7 / UBUNTU)

Commodore 8296 con tastiera, drive 8250lp e stampate ad aghi tutto funzionante

Post inviati: 1580

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.1.151.*** Mozilla/5.0 (X11; Ubuntu; Linux x86_64; rv:84.0) Gecko/20100101 Firefox/84.0
Commento 14
majinga 11 Gennaio 2021    19:08:05
Smanetta pure con i comandi per fare pratica. Ma magari installati anche un gestore dei pacchetti grafico. Synaptic funziona bene. Strano che non ci sia già.
Dovresti avere almeno un gestore grafico per gli aggiornamenti.
A dire il vero da un po di tempo, alcuni aggiornamenti, quelli diciamo non troppo importanti, vengono installati in automatico in background.

Invalido Civile

Post inviati: 9225

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.51.107.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux i686) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/42.0.2311.152 Safari/537.36
Commento 15
amiwell79 11 Gennaio 2021    19:17:00
@boss

si anch'io quando ho cominciato a smanettare con linux mi ono reso conto di questa cosa ma ci fai l'abitudine

Aros "Workbench rev 400.68 su x86"

Laptop MSI X-600, Intel Core Duo 2 1,8 Ghz, 3 Gb Ram, SSD Samsung Evo 860 240 Gb, Nvidia 8400m GS Vesa 15", WiFi Atheros AR506EG


Post inviati: 1858

Visulizza profilo Messaggio Personale
5.171.247.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; Win64; x64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.141 Safari/537.36
Commento 16
schiumacal 11 Gennaio 2021    19:38:38
In risposta a majinga
majinga

Smanetta pure con i comandi per fare pratica. Ma magari installati anche un gestore dei pacchetti grafico. Synaptic funziona bene. Strano che non ci sia già.
Dovresti avere almeno un gestore grafico per gli aggiornamenti.
A dire il vero da un po di tempo, alcuni aggiornamenti, quelli diciamo non troppo importanti, vengono installati in automatico in background.



Dunque il gestore grafico per gli aggiornamenti, anzi scusa... non per gli aggiornamenti, ma per l'installazione di nuovi applicativi c'e', ed è proprio quello che ho provato ad usare la prima volta per l'installazione di Krita e Gimp, ma durante l'installazione mi usciva fuori l'errore che ho segnalato inizialmente.
Quando, invece, ho eseguito l'installazione da terminale per come mi ha indicato VagaPPC tutto è andato a buon fine.

Ovviamente di Krita non mi ha installato l'ultima release, ma la 4.2.6 che comunque mi va benissimo.

Un giorno o l'altro risolverò equazioni di grado superiore a cinque.



http://www.schiumacal.altervista.org/

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 970

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.8.136.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.142 Safari/537.36
Commento 17
VagaPPC 11 Gennaio 2021    23:47:38
In risposta a Boss
Boss

io invece non ho mai capito una cosa e penso mi possiate illuminare. visto che comunque non si esce fuori tema installazione linux, faccio un piccolo OT:

perchè ad esempio su raspberry si usa: sudo apt-get install ...
su debian x64: SU apt install ...(con "sudo" da errore)
e su ubunu (se ricordo giusto, e non sbaglio il comando) sudo apt install ...

cioè dopo 2 minuti che usi la shell ti ambienti lo stesso, fai la prova e se ti da errore sai che se non è un comando è l'altro. peerò mi pare assurda questa diversità se fondamentalmente è sempre lo stessa base di os.



Allora l'installazione dei pacchetti è un attività possibile solo dall'utente root (che è l'amministratore del sistema, lo stesso kernel accede come root).
Questa pratica è una delle cose che rende difficile se non impossibile l'installazione di virus, infatti i pochi malware che esistono o sono dei troian/rootkit (programmi scoperti e installati a caso nella rete) oppure funzionano in modalità utente, ma in questo caso non possono installarsi su altri sistemi.

Per cambiare utente il comando è:
su <nome utente>
Se lanciato da solo si diventa root, solo a patto che la password sia già stata definita.

Il team di ubuntu penso che è più sicuro non avere la password di root. Per lanciare gli applicativi senza diventare root ha pensato al comando sudo che significa letteralmente esegui come root. Un po come windows quando con il tasto destro esegui come amministratore con la differenza che funziona sempre.
Quindi antecendo sudo a qualsiasi comando potrai eseguirlo con i privilegi di root.
Puoi provare la cosa con questi due comandi
whoami (chi sono)
e sudo whoami
Per usare sudo devi prima installarlo, in alcuni casi va anche configurato il file /etc/sudo

Qui ci sono guerre religiose rigurardo alla sicurezza, perché tanti dicono che root è meglio che non esista in quanto è un utenza troppo pericolosa.
Altri dicono che se scopro la tua utenza e password con "sudo su" divento root e l'utenza è più esposta alla rete.

PS:
* Si può usare su come fosse sudo ma con la password di root con delle specifiche opzioni.
* esistono altri comandi che possono essere messi prima del comando come ad esempio time, che permette di cronometrare il tempo di esecuzione del comando sucessivo

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Boss

Post inviati: 1822

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.43.54.*** Mozilla/5.0 (Linux; Android 6.0.1; SM-A500FU) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.141 Mobile Safari/537.36
Commento 18
Boss 12 Gennaio 2021    07:26:57
Grazie della spiegazione, alcune cose le sapevo, però non ho ancora capito perche il superuser viene richiamato da shell in maniera differente in base alla distro. Ad ogni modo non voglio sporcare il 3rd, dico solo che l'utente superuser è inevitabile poterlo utilizzare, sicuro o meno è l'unico modo per poter modificare o installare qualsiasi cosa dentro al sistema.

A1200/030, APOLLO 1230LC 8MB KICK 3.1 HDD IDE 40GB df1 esterno RECAPPATA 100% || A1200 8MB FAST CF 4 GB RECAPPATA 100% || A500+ CON A501 switch df0 df1 nascosto e gotek esterno (RIPARATE DA ACIDO)

A1200 Raspberry Pi 3B+ con floppy Mod || A500 x64 i5 8GB RAM (Toshiba portege r830)(windows 7) || A2000 X64 Socket 775 XEON E5450 771 MOD 8GB RAM TRIPLE BOOT (WINUAE A4000 AFAOS / WIN7 / UBUNTU)

Commodore 8296 con tastiera, drive 8250lp e stampate ad aghi tutto funzionante

Post inviati: 3363

Visulizza profilo Messaggio Personale
151.33.116.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64; rv:78.0) Gecko/20100101 Firefox/78.0
Commento 19
Mck 12 Gennaio 2021    07:57:35
Boss sicuramente è presente uno script che dato un comando il shell lo modifica in un altro programma.
Il comando ls, che serve per vedere il contenuto dei file e directory, ha tantissime opzioni e la maggior parte delle distro lo trasforma il ls -a, spero di ricordarlo bene, per avere una visualizzazione più organizzata.

I MIEI AMIGA

4000T OS 3.9 PPC/68060 + CyberVisio 64/3D + HD 20g + DVD - 4000D in Tower OS 3.9 PPC/68060 Ram 128M + ram scheda 2+16M + zip 100M + Ide HD 40G + usb Deneb + V-Lab + Toccata + Mediator con: Woodoo 3 + Scheda rete + Impact Vision 24 - 4000D OS 3.9 68060 ram 32m + ram scheda 2+16M + HD 20g + zip 100 ide + DVD + V-lab + Seriale veloce + Scheda video EGS- 3000T OS 3.9 PPC/68060 128M + HD scsi 10G + Usb Deneb + CD sCSI + mediator con: scheda rete + controllo SCSI Adaptec + scheda audio + Voodoo 5 - 3000 OS 3.1 68040 + emulatore pc 286 - 2000 processore 68030 + genlock + espansione ram + emulatore pc 8080 - 1200 Tower OS 3.9 PPC/68060 + HD 20G + Mediator con: scheda rete - 1200 OS 3.1 68060 + HD 20G + Scheda rete pcmcia - 1000 espansione Ram 4M - 600 con espansione ram + HD5G - 500 Plus con espansione ram - 500 con espansione ram - CDTV - CD32

CLONI AMIGA

Sam440ep-Flex OS 4.1 - EFIKA MorphOS 2.6

Amigista since 91 - GNU/debian User Since 2000 - Solaris/Sparc Since 2001 - MOS 2011

Post inviati: 970

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.8.136.*** Mozilla/5.0 (X11; Linux x86_64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/87.0.4280.142 Safari/537.36
Commento 20
VagaPPC 12 Gennaio 2021    09:07:03
In risposta a Mck
Mck

Boss sicuramente è presente uno script che dato un comando il shell lo modifica in un altro programma.
Il comando ls, che serve per vedere il contenuto dei file e directory, ha tantissime opzioni e la maggior parte delle distro lo trasforma il ls -a, spero di ricordarlo bene, per avere una visualizzazione più organizzata.



Come ho detto spesso, il passaggio da Amiga a Linux è facile.
In Amiga abbiamo in S: il file startup-shell. Amiga non è altro che uno vecchio Unix alleggerito e semplificato per il mono utente.
In Linux essendo multiutente necessita di più file. Uno è comune a tutti e si trova in /etc/bash.bashrc e il secondo è specifico dell'utenza.
Ed è un file invisibile, i file invisibili hanno un nome che inizia con il ".", per vederli si usa ls -all in forma abbreviata -a.
Questo file è nella root della vostra home (es: /home/vagappc) che si può chiamare con il carattere speciale tilde "~" es: ls ~
il file si chiama ~/.bashrc.
Quello che dici non è altro che un alias (il comando funziona in modo analogo ad Amiga).
La semplicità di Unix è che da le informazioni giuste al posto giusto, se accedete a questi file troverete spesso molti commenti che spiegano le varie opzioni.

PS: Mi sa che al posto del corso online faccio un bel corso scritto

WorkStation: PowerMac DualG5 2,7Ghz 7Gb RAM- PowerMAC G4 450Mhz 1Gb - MorphOS *** PC AMD Ryzen TR 64Gb RAM 3.8Ghz - Linux VM Station ***

Old System Amiga 500,1200, A4000/60 PowerPPC, CybervisionPPC, SUN Ultra5

Pagine: - [1] -2-

Utenti Online
Utenti registrati: 1001 dal 1 Gennaio 2006
di cui online: 0 registrati - 
27 non registrati

Benvenuto all'ultimo utente registrato: Scanword

Buon Compleanno a Akira76 - 

© Amigapage 1998 - 2007 - Sito italiano dedicato alla piattaforma Amiga ed evoluzioni varie.
Struttura del sito interamente ideata e realizzata da Marco Lovera e Alessandra Lovera - Tutto il materiale inserito all'interno del sito Ť dei rispettivi autori/creatori.
E' assolutamente vietata la riproduzione o la manipolazione di tutti i contenuti o parte di essi senza l'esplicito consenso degli amministratori e degli autori/creatori.

Eseguito in 0.072550058364868 secondi